Costa Brava

Cultura e popoli

Il Camping Las Dunas è ubicato nella provincia di Girona. L’ epoca medioevale ha avuto una gran importanza nelle comarche di Girona, la quale storia si è formata tra piccole contee indipendenti e monasteri. A poca distanza dal Camping Las Dunas si trovano dei monumenti di grande ineresse culturale e storico. Vi presentiamo una selezione dei nostr preferiti. Abbiamo incluso anche Barcellona per il gran valore turistico e perchè offriamo escursioni in pullmann con partenza dal campeggio.

L’Escala

L’ Escala è un comune con 10.000 abitanti, il terzo più abitato della comarca dell’ Alt Empordà dopo Figueres e Roses. Occupa 7 km di lunghezza della costa e si divide in quattro zone bien distinte da nord a sud: Ampurias, il centro storico, Riells e Cala Montgò. A  nord del municipio si trovano San Marti d’ Empuries e i ruderi d’ Empuries a solo 4 km dal Camping Las Dunas. Empuries ha un signifiacato storico molto importante, fù la prima colonia greca nella penisola iberica, fondata nel 575 a.C. e  chiamata Emporion che significa mercato: qui commerciarono con gli abitanti della zona. Nel I secolo a.C. arrivarono i romani,al contrario dei greci, non venivano a commerciare ma a conquistare. A partire da questo secolo, dopo aver conquistato tutta la penisola iberica, Ampurias entrò in decadenza, all` ombra del potere delle città di Tarraco (Tarragona) e Barcino (Barcellona). Solo la parte più vecchia della cittadina greca, che all ‘ epoca si costruì in un isola, ha sopravissuto fino ad oggi come il paesino di San Martì d’Empuries. Un sentiero amplio ,asfaltato e senza traffico unisce San Marti d’ Empuries e Ampurias con il centro storico dell ‘Escala .  Il centro storico dell’ Escala si trova intorno a la Platja (la spiggia ) dove anticamente ancoravano le barche dei pescatori. Ultimamente è diventata zona pedonale. Evidenziamo le  stradine strette  con i  negozietti e ristoranti (si mangia molto bene a l’ Escala!) e la chiesa di San Pere (San Pietro). Seguendo la costa verso sud si arriva alla zona di Riells dove si trovano la spiaggia più lunga del paese e il porto. Nel viale peatonale del lungomare si trovano tutti i tipi di negozi, bar e ristoranti. Al sud del municipio si trova Cala Montgò ,con bar e ristoranti situati ai piedi di  una spiaggia molto bella. Bisogna sottolineare l’ importanza dell ‘ industria della “saltura”: difatto le acciughe dell’Escala sono famose in tutta la Spagna.  

Leggi di più

Barcellona

La città di  Barcellona si trova a 150 km dal Camping Las Dunas,è il capoluogo della Catalonia ed ha 1,6 milioni di abitanti.L’area limitrofe metropolitana ha 5 milioni di abitanti ed è,  secondo wikipedia, la sesta più grande d’ Europa. Barcellona è una grande città con un ambiente cosmopolita difficile da dimenticare.per visitare la città dal Camping Las Dunas consigliamo i viaggi in pulmann che partono dal campeggio, organizzati dalle nostre aziende collaboratrici. Ci si può arrivare in macchina o con mezzi di trasporto pubblici, anche se muoversi in una grande città mediterranea può essere complicato e stressante. A Barcellona ci sono numerosi punti di interesse turistico. I quartieri Raval, Barri Gotic, El Born y La Barceloneta si trovano nella Ciutat Vella (citta vecchia), la parte di Barcellona che esisteva dentro le antiche mura romane. Qui si distinguono la catedrale, la iglesia de Santa Maria del Mar e las Ramblas. Al sud del centro storico, vicino al mare, si trova Montjuïc (monte ebreo). Nel secolo XIX ,data la necessità di espansione si approvò il progetto del Eixample (ampliamento), questo coincide con l’ inizio del modernismo catalano, stile di architettura che ha lasciato alcuni dei monumenti più famosi della città come Casa Batlò, Casa Milà, Parc Güell, Palau de la Musica y la Sagrada Familia.                                                                                                          Barcellona è diventata una delle città europe più all’ avanguardia nel settore urbanistico,che si caratterizza per l’ innovazione, il disegno e l’ integrazione con l’ impatto e la sostenibilità ambientale.                                                                                                                                                                                                   A Barcellona si mangia molto bene!! Nella città si trovano niente di meno che 32 ristoranti con stelle Michelin (due dei quali con tre stelle). Ma ovviamente ci sono tantissimi ristoranti per tutti i gusti. Bisogna evidenziare il mercato  La Boqueria nella Rambla. La vita notturna di Barcellona si tova nella zona della Barceloneta,El  Born, El Barri Gotic y l’ Eixample.                                 Per gli amanti del calcio è quasi obbligatoria la visita al Camp Nou e al museo. I treni che entrano in città dal nord si fermano in tre stazioni:la del Passeig De Gracia è la piu`centrale e si trova nel Eixample mentre la stazione di Sants è la principale, nella quale si intrecciano le linee procedenti da quasi tutta la Spagna.

Leggi di più

Girona

Girona (Gerona in spagnolo, Gerunda in latino) è il capoluogo della provincia,ha 96.000 abitanti e si trova a 45 km dal Camping Las Dunas. Al sud di Girona si trova l’areoporto più vicino al campeggio. Il centro storico è uno dei più interessanti della Catalonia dovuto ai suoi duemila anni di storia.                                                                                                                                                           La zona fù abitata dagli iberi durante la preistoria. Nel 77 a.C i romani fondarono Gerunda costruendo una poderosa fortezza, conosciuta come la Força Vella, visibile ancora oggi in alcuni punti delle muraglia. Nel VII secolo si iniziò la costruzione della basilica di San Feliù (San Felice)in onore al martire. La conquista mussulmana di Girona durò solo dal 711 al 785, anno nella cuale si ribellò e si arrendierono ai franchi. Girona diventò la sede del Condado de Girona. SI costruierono nuove mura per ampliare e difendere la città. È il periodo di massimo splendore della comunità ebrea di Girona. Attualmente il Calle Jueu (il ghetto ebraico) è uno dei migliori conservati d’ Europa. Nel XI secolo si cominciò a costruire il Monasterio de San Pere de Galligants che dal 1857 è la sede del museo d’archeologia della Catalonia. Più tardi , nel XI secolo, si iniziaro i lavori della Catedral de Santa Maria de Girona , sostituendo la chiesa di San Feliù come principale tempio della città. La cattedrale è formata da tre stili architettonici: romanico, gotico e barocco. La navata gotiga è la seconda più larga del mondo dopo la basilica di San Pietro di Roma. Per arrivare alla cattedrale c’è una magnifica scalinata, del XVII secolo, con 90 gradini . I bagni arabi del XII secolo completano la lista dei munumenti obbligatori da visitare del centro storico: anche se il nome suggerisce un ‘altra cosa é una costruzione cristiana ispirata ai bagni romani.                                                                                                                                                                                                                                             Prima di fermarsi a mangiare ci sono da visitare la Rambla, con i suoi portici irregolari  e i ponti del fiume Onyar, con una vista molto bella sulle case pensili sopra il fiume. Parlare di Girona è parlare di gastronomia! Nella provincia ci sono 14 ristoranti con stelle Michelin e il capoluogo accoglie quello che si considera il miglior ristorante del mondo: el Celler de Can Roca. La gastronamia di Girona si caratteristica per i suoi prodotti di mare e montagna e una combinazione di cucina tradizionale e d’ avanguardia.

Leggi di più

Cadaqués

Cadaques è il paese situato più ad est di tutta la penisola iberica,si trova nel parco naturale di Cap de Creu a 35 km dal Camping Las Dunas. È ubicato in un porto naturale e prima della fine del secolo XIX è stato praticamente isolato via terra dietro le montagne.  Anticamente si viveva di pesca, industria del sale e coltivazione degli ulivi; ma il prolungato isolamento la rese un’ interesse per artisti e turisti dal principio del XX secolo. Le origini di Cadaques sono datate nelle preistoria. Nel Medioevo dopo diverse invasioni di pirati e corsari, hanno costruito una muraglia della cuale solo si conserva un antico bastione, integrato nel edificio del cumune. Il centro storico si caratterizza per le stradine strette con un pavimento caratteristico, el rastell (pavimento fatto a mano con pietre estratte dalla riva del mare e levigate dalle onde). Nel punto più alto si trova la chiesa di Santa Maria di Cadaques, costruita nel XVI secolo dopo che la precedente fosse distrutta per il famoso pitata turco Barbarossa, che saccheggiò il paese nel 1543. Parlare di Cadaques è parlare di artisti. Molti passaro un tempo della loro carriera in questo paese che inspira tanto grazie alle sue stradine, il mare e il paesaggio unico di Cap de Creu. Picasso vi abitò l’ estate del 1910 mentre Marcel Duchamp in quella del 1954 e moltissimi altri che incontrarono l’ ispirazione in questo paesino mediterraneo. Ma l’ artista più legato a Cadaques è Salvador Dalì che vi  residiò quando tornò da New York nel 1948.La sua casa nel Portlligat aprò le  porte al pubblico come Casa Museo Salvador Dalì nel 1997. Per visitarlo bisogna prenotare i biglietti sul sito del museo.

Leggi di più

San Pere de Rodes

Sulla cima della Sierra de Rodas, un prolungamento dei Pirenei orientali che forma parte della penisola di Cap de Creus, si innalza il mastodontico monastero di San Pere de Rodes. Sulla vetta si trovano le rovine del castello di Verdera e più in basso ,nel versante nord,il monastero. Il castello venne usato come protezione. L’origine del monastero tuttora è misteriosa e strettamente collegata a San Pietro Apostolo. Si racconta che all’interno si ritrovarono reliquie del santo. Il primo documento nel quale si cita il monastero è del 878 d.C. Arrivò al suo massimo splendore durante i secoli XI e XII essendo un centro di pellegrinaggio in quell’ epoca. A partire del XVII secolo fù saccheggiato e abbandonato. Nel 1930 venne dichiarato monumento nazionale e nel 1935 iniziarono i lavori di restaurazione. Attualmente è aperto al pubblico. Per ulteriori informazioni e i prezzi dell entrata può visitare il sito web del monastero. Questo si trova a 35km dal camping Las Dunas, ci si può arrivare in macchina mentra la salita al castello di Verdera è a piedi.

Leggi di più

Figueres & Museo di Salvador Dalì

Figueres è il capoluogo della comarca dell ‘Alt Empordà, con 45.000 abitanti , si trova a 25 km dal Camping Las Dunas. Qui ci sono l’ ospedale e stazione di AVE (treni ad alta velocità) più vicini al campeggio. Le sue vicinanze ai confini francesi la rendono in un importante via  di comunicazione e la porta d’entrata alla Spagna. Le sue origini risalgono a una colonia romana sulla Via Augusta, la più lunga e trafficata di tutta la penisola iberica in quei tempi. Figueres è stata il capoluogo della comarca fino al 1936 e  lo tornò ad essere nel 1987,dopo la ristrutturazione della democrazia spagnola. Le guerre furono una parte importante nella storia della città e attualmente restano pochi monumenti. Risaltano il castello di San Ferran, al nord della città, considerato la fortezza con muraglia e bastioni più grande d’Europa e la chiesa di Sant Pere (San Pietro) nel centro storico. Senza dubbio il luogo più turistico di Figueres è il Teatre-Museu Salvador Dalì dedicato al cittadino più famoso di Figueres, nato nel 1904. È il terzo museo più visitado di tutta la Spagna, si inaugurò nel 1974 e fù costruito sopra i resti dell antico teatro incendiato nel 1939. Salvador Dalì guidò il progetto di restaurazione: quindi non solo custodisce le opere dell’artista ma è anche la sua ultima grande opera d’arte. Dalì morì nel 1989 e la sua tomba risiede nella cripta del museo.

Leggi di più

Pals e Peratallada

Visitare i paesini di Pals e Peratallada è come viaggiare nel tempo. L’ escursione ai due paesi si può fare nello stesso giorno perchè tra loro distano solo 10 km. Il Medieovo fù di grande importanza per le comarche di Girona nella quali si formarono piccole corti indipendenti e monasteri. Pals e Peratallada sono due dei luoghi medioevali più importanti e miglior conservati di tutta la Catalonia. Stradine in pietra, torri, chiesette e muraglie vi riporteranno all’ era medioevale nel centro della Costa Brava. Il  castello di Pals fù menzionato per la prima volta nel IX secolo e ci sono delle antiche referenze abbastanza interessanti di un antico porto durante quell’epoca. Attualmente Pals è conosciuta per il riso che si coltiva nelle sue vicinanze, denominato arros de pals. Peratallada fù citato per la prima volta nel X secolo. Evidenziamo la sua muraglia, ai tempi una delle più forti di tutta la Catalonia.  Entrambi i paesi si trovano a 30 km dal campeggio.

Leggi di più

Sant Pere Pescador

Il Camping Las Dunas è sotto il  comune di San Pere Pescador, anche se si trova a metà strada con  l’ Escala a 5 km da entrambe. San Pere Pescador  ha 1.700 abitanti e si estende su 17 km² sul golfo di Roses. Il paese si trova sulla riva del fiume Fluvià a 2 chilometri dal mare . I 6 km di spiaggia, le paludi della zona litorale e il tramo del fiume Fluvià che attraversa il municipio, sono zone protette e formano il parco naturale d’ Aiguamolls de l’ Empordà ( paludi dell’ Ampurdan). I principali settori economici sono l’agricoltura  (principalmente le coltivazioni delle mele) e il turismo. Le spiaggie di San Pere Pescador sono conosciute per il windsurf e il kitesurf. I grandi spazi verdi e i boschi sono perfetti per il trekking e il ciclismo. Il paesino esiseva già nel 974 d.C. e nel centro storico si mantengono alcune parti della mura della fortificazione.

Leggi di più

Empuriabrava

Empuriabrava è considerato il più grande villaggio turístico di tutta Europa con una spiaggia di più di 1,5 km e 23 km di canali di acqua salata.Si trova nel comune di Castellò d’ Empuries che fu capitale della zona nel Medioevo e sede dei conti d’ Ampurias. Dove adesso si trova Empuriabrava in precedenza c’ erano paludi. Il progetto di canalizzazione e urbanizzazione della zona iniziò negli anni ’60 secondo un modello di villaggio residenziale di alto livello. Fù infuenzato soprattutto da dei progetti della Florida,che volevano imitare l’ ideale romantico di Venezia;ma fin dall’ inizio è stato al centro di polemiche.In seguito alla mobilitazione ecologista iniziò la protezione definitiva delle paludi fondando il parco naturale di Aiguamolls de l’ Empordà nel 1983. Nell’aerodromo di Empuriabrava si trova uno dei centri  paracadutisti più grandi del mondo.

Leggi di più
cultura e città

Mapa de Situación

Ampuriabrava
+info
Figueras & Museo Dalí
+info
L’Escala & Empúries
+info
Sant Pere de Rodes
+info
Cadaqués
+info
Sant Pere Pescador
+info
Pals & Peratallada
+info
Girona
+info
Barcellona
+info
Hai alcune domande?

Domande frequenti